Full digital implant workflow: un follow-up a 5 anni

Full digital implant workflow: un follow-up a 5 anni

L’ essenza di una riabilitazione implanto-protesica di successo è legata a molteplici fattori sia di carattere chirurgico che protesico ma non può prescindere dalla stabilità dei tessuti duri e molli nel tempo.

La corretta combinazione di una sistematica implantare che favorisca la rapida osteointegrazione e la preservi nel tempo associata ad una connessione protesica che assicuri una solida stabilità meccanica sono le chiavi affinché il restauro sopravviva agli insulti batterici e resista ai carichi masticatori.

In questo articolo, viene mostrato un caso clinico relativo alla riabilitazione implantoprotesica di entrambe le arcate mediante un approccio diagnostico e terapeutico interamente gestito con flusso digitale.
Iscriviti al nostro corso sul protocollo digitale per i casi di edentulia totaleIl raggiungimento degli obiettivi estetici e funzionali stabiliti nel corso della Prima Visita con la paziente viene dimostrato dapprima dalla completa soddisfazione della stessa al termine del percorso terapeutico e confermato poi dall’assoluto mantenimento, a distanza di 5 anni, del risultato clinico sia in termini di stabilità marginale dei tessuti molli che di salute peri-implantare.

Analizziamo il caso nel dettaglio.

La paziente è stata sottoposta alla nostra attenzione perché presentava importanti disagi estetici e funzionali.

La sua odontofobia l'aveva allontanata troppo a lungo dalle terapie odontoiatriche, fino a raggiungere le attuali condizioni cliniche: la perdita della maggior parte degli elementi dentali e l'evidente mobilità del manufatto protesico superiore.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-2

Se le immagini extraorali annunciano solo parzialmente il quadro clinico descritto, l’esame radiografico ortopanoramico è senza’altro dirimente.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-3

Di seguito le immagini intraorali con e senza il manufatto protesico rimovibile inferiore:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-4

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-5

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-6

La richiesta primaria del paziente è di eseguire l'intero trattamento chirurgico in un unico passaggio al fine di ridurre lo stress emotivo del paziente. Al fine di soddisfare le esigenze del paziente, è fondamentale sviluppare una corretta diagnosi nella Prima Visita.

Le nuove tecnologie, come il Digital Smile System, consentono di progettare virtualmente la nuova architettura del sorriso; di seguito il flusso di lavoro completo.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-7

Le stampanti 3D consentono di condividere realisticamente le scelte cliniche sia con il paziente che con il laboratorio e di impostare correttamente il piano di trattamento futuro. Questo file di corrispondenza 2D/3D è stato codificato secondo un protocollo operativo unico e brevettato: il protocollo DSS.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-8

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-9

Il prototipo mock-up è lo strumento che permette di “toccare con mano” la terapia successiva e confermare la correttezza della diagnosi estetico-funzionale.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-10

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-14

La prova del mock-up rappresenta l’unico appuntamento necessario per definire ogni dettaglio terapeutico.

Iscriviti al nostro corso sul protocollo digitale per i casi di edentulia totale

Nella stessa seduta è inoltre possibile effettuare un esame elettromiografico per valutare le prestazioni muscolari del nuovo assemblaggio dei denti: il test si chiama Teethan.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-15

Dopo aver accettato e definito le caratteristiche del nuovo sorriso, il Paziente sarà sottoposto ad un esame CBCT: la presenza di una sagoma radiologica durante l'esame Rx consentirà di sovrapporre la scansione mock-up ai dati DICOM per poter eseguire la successiva pianificazione implantare.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-16

In un mondo digitale, affinché la progettazione protesica non sia semplicemente virtuale, è fondamentale rispettare un principio fondamentale in Protesi: il cross-mounting.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-19

Di seguito il flusso di lavoro protesico che consente di montare correttamente i modelli, ovvero secondo i parametri funzionali stabiliti con il mock-up:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-20

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-21-1

Il rispetto del principio del cross-mounting, dunque, consente anche di realizzare il manufatto provvisorio di entrambe le arcate prima di procedere all’intervento chirurgico rispettando, da un lato, le caratteristiche morfologiche del mock-up, dall’altro, di poterlo posizionare nella posizione stabilita in articolatore grazie a supporti peculiari: gli anchor pins.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-22

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-23

L'approccio chirurgico computer-guidato permette di inserire gli impianti con il massimo controllo del progetto chirurgico, rispettando la posizione protesica stabilita. Non esiste altra metodica che permetta di operare non soltanto con la massima sicurezza ma soprattutto di rispettare il progetto protesico elaborato in Prima Visita.

Iscriviti al nostro corso sul protocollo digitale per i casi di edentulia totale


Di seguito il trattamento chirurgico dell’arcata inferiore:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-24

Di seguito il trattamento chirurgico dell’arcata superiore:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-25

Di seguito l’inserimento “guidato” di entrambi i provvisori:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-35

Le radiografie intraorali al termine dell’intervento chirurgico:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-38

A distanza di 15 gg:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-39

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-40

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-41

A distanza di 4 mesi:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-42

La stampa dei prototipi in ogni fase del flusso di lavoro protesico consente il pieno controllo di ogni fase operativa, dal test della struttura (test drive in alluminio) all'assemblaggio dei denti. La corrispondenza dei file 2D/3D (protocollo Digital Smile System) garantisce il rispetto del progetto iniziale.
Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-44

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-43

Le ultime fasi protesiche, come la progettazione della struttura e la stratificazione della ceramica, sono completamente guidate dalla morfologia del mock-up iniziale, quello accettato nella Prima Visita insieme al Paziente.

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-47

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-48

Il restauro definitivo rappresenta quindi la conclusione di un ciclo operatorio in cui Diagnosi e Terapia si inseriscono perfettamente garantendo al medico la piena sicurezza operativa e la massima soddisfazione della Paziente.

Iscriviti al nostro corso sul protocollo digitale per i casi di edentulia totale

La visione intraorale:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-49

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-50

Le radiografie intraorali mostrano un corretto adattamento del restauro protesico alle piattaforme implantari Thommen Medical: due manufatti in zirconia monolitica di tipo avvitato.
Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-51

Il close-up evidenzia l’armonia e l’integrazione estetica dei restauri:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-52

Il confronto pre/post trattamento:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-58

La soddisfazione finale della Paziente:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-59

La Paziente è stata inserita in un programma di mantenimento con richiami di igiene orale quadrimestrali; inoltre, con frequenza annuale, si è proceduto allo smontaggio dei manufatti protesici e alla sostituzione delle viti occlusali di serraggio.

Il follow up a 5 anni mostra l’assenza di fenomeni flogistici peri-implantari, la preservazione dei volumi ossei rigenerati e non e la stabilità marginale dei tessuti molli.

Una corretta pianificazione protesica, il rispetto del progetto mediante una terapia appropriata e l’utilizzo di una sistematica implantare che assicuri un trattamento di superficie idoneo e una connessione protesica stabile rappresentano le chiavi per il successo nel lungo termine.

Ortopantomografia a 5 anni di distanza dalla consegna dei restauro protesici:Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-64

Particolare del tessuto molle periimplantare in sede 1.3 e 2.3, siti in cui è stata eseguita una tecnica di bone augmentation contestuale all’inserimento implantare:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-65

La visione intraorale mostra la sovrapponibilità dei restauri e dei tessuti molli rispetto al baseline:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-66

Il sorriso della paziente a 5 anni di distanza:

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-67

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-69

Lavorgna_Full-digital-implant-workflow-a-5-years-follow-up-68

 

Vuoi approfondire l'approccio con flusso digitale alla riabilitazione implantoprotesica?
Iscriviti al nostro corso sul protocollo digitale per i casi di edentulia totale

Laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria nel 2005, si perfeziona in Parodontologia e Protesi in Italia e all’estero sotto la guida di autorevoli cultori della materia. Membro dell’AIOP (Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica), della SIdP (Società Italiana di Parodontologia, della SIO (Società Italiana di Implantologia Osteointegrata) e della EFP (European Federation of Periodontology), svolge un’intensa attività di consulenza presso numerosi studi odontoiatrici. Fondatore e Direttore di Odontosinergy, Centro di Formazione per Odontoiatri con sede a Telese Terme, dove esercita l’attività libero-professionale limitata al campo della Parodontologia e della Protesi. Componente del Board Clinico del progetto Just Digital , gruppo di professionisti che si occupano di ricerca,sviluppo e formazione in ambito di odontoiatria e tecnologie digitali. Autori di numerose pubblicazioni internazionali su tali argomenti.